NANDO CITARELLA

 

Curriculum

Donato Citarella (detto Nando).
Musicista, attore, cantante e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali italiane e mediterranee, ha studiato e collaborato con importanti maestri artisti come: Eduardo De Filippo, Dario Fo, Linsday Kemp, Roberto De Simone, Ugo Gregoretti, Nicola Piovani, Gigi Magni e Andrea Camilleri.
Ha seguito i suoi studi di Canto sotto la guida della maestra Maria Rohrmann dal 1985 al 2009 e con Alfredo Kraus e Walter Blazer in Italia e negli Stati Uniti d’America.
Vincitore nel 1981 del premio della Critica Discografica.(con Francesco Manente).
Nel giugno 2003 viene nominato socio onorario dell'Albo degli Scrittori e degli Artisti Italiani ed Europei per la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO.
Dal 1987  è direttore artistico della “Compagnia La Paranza" da lui fondata insieme studiosi ed esperti di tradizioni popolari.
Dal 1990 collabora prima con il CRM (Centro di Musicoterapia fondato da Gianluigi di Franco) e poi con l’Isfom quale esperto e docente di Tradizioni Popolari, Ricerca, Terapia Folclore e Movimento.
Nel 1994 su commissione del “Romaeuropa Festival” fonda “I Tamburi del Vesuvio”, progetto pioniere sull’intercultura musicale tra danza, ritmo e vocalità con musicisti di diversi paesi (Africa, Spagna, Marocco, Brasile, Stati Uniti, India, Italia, Giappone) in collaborazione con “Timba”, scuola di percussioni di cui è stato docente.
Ha inciso dischi sia da solo che in gruppo, da Dindirinella (1980 Vincitore nell'81 del premio della Critica Discografica con Francesco Manente), a “Magna Mater” con i Tamburi del Vesuvio (2011 alfa music) e “Deh vieni alla finestra” (2011 Nandus Vesuvianus) con il chitarrista Francesco Taranto (con cui collabora a progetti sulla chitarra romantica).
Ha vestito i panni del “Giullare” nelle trasmissioni “Domenica in” con Pippo Baudo , nel “Castello di Partita Doppia” in “Varietà”, ”Il Gioco dell’Oca”e infine in “Luna Park” (la Luna Nera!) con   Frizzi, Venier, Magalli, Falchi, Lambertucci, Carlucci, Conti, Bonolis, dal ’92 al 2000.
Ha collaborato con il Teatro Marrucino di Chieti (‘98/2008) per la “Passio et Resurrectio” di Sergio Rendine eseguita in mondovisione sia a Roma (2000) che a Pompei (’98) e Gerusalemme nel (‘00/’06) sotto la direzione di Gianluigi Gemetti, Marzio Conti e Maurizio Dones.
Con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese ha collaborato per un progetto sulla ”Pusteggia” incidendo anche un cd (‘A Pusteggia - 2001 - finisterre) sotto la direzione di Luciano Bellini, portandolo in tour (2009/2010) in Italia, Germania, Francia, Belgio e Stati Uniti.
Sempre in quegli anni ha collaborato in qualità di docente e regista al “Progetto Mediterraneo” un mare di culture per l’ATAM, ideato e diretto da Andrea Camilleri.
Dal 2000 al 2010 tiene laboratori sul Canto Popolare Italiano e sulle Danze del Sud-Italia presso il distaccamento del Conservatorio di Salisburgo in Puchberg e Wels.
E’ ideatore, fondatore e direttore artistico di “Etnie” (1991) con l’Accademia Musicale Interamnense (laboratori sulle tradizioni popolari e intercultura).
Ha fondato il Coordinamento Nazionale del Diritto alla Musica nel 2008 di cui è vice presidente.
Sempre nel 2008 il suo lavoro “Mozart al Chiaro di Luna” vince il premio della critica musicale come miglior produzione in Lettonia e Kazakistan.
Nel 2009 debutta all’Auditorium Parco della Musica in Roma con il lavoro “A solo….e un po’ in Compagnia” che poi porta alla Carnegie Recital Hall di New York festeggiando i suoi 50 anni ed i 30 anni di palcoscenico accanto a John La Barbera e Alessandra Belloni e di Seguito con l’Orchestre National de Lyon e della Gevandhause di Lipsia sotto la direzione del M° Jun Merkul.
Dal 2001 al 2011 è il “Posteggiatore” della trasmissione radiofonica di Radiouno “Ho Perso il Trend” con Bassignano e Luzzi.
Ha collaborato al progetto di Leonardo Petrillo sulla Commedia dell’Arte “Gli innamorati immaginari” in qualità di docente e curatore delle musiche di scena.
E’ promotore del Progetto Folk Nostrum (la rotta verso le culture del Mediterraneo) che ha visto la prima traversata del Mare Nostrum sui temi di incontro tra Spagna e Italia (Danza – Canto – Musica).
Collabora attivamente con Patrick Vaillant ed il  Melonious Quartet con Lucilla Galeazzi (di cui è ospite sia nell’ultimo lavoro discografico che dal vivo ”Festa Italiana”).
Con Mauro Palmas e Pietro Cernuto ha formato il “TA-MA” trio in collaborazione con Elena Ledda Vox, tra classico e tradizione (Sardegna – Campania – Sicilia) debuttando all’Expo Jazz 2013 di Cagliari.
Ha pubblicato con i Tamburi del Vesuvio “Carosonando” (alfa music), omaggio a Renato Carosone (tra jazz e tradizione) con un tour nelle maggiori città italiane.
Ha partecipato con “La Paranza” quale unico ensemble italiano al Festival “Mozartiana”, tenutosi a Gdansk il 20/21 agosto 2013 con il progetto “Mozart e la musica dell’antico mare”(da lui ideato e arrangiato con il M° Pietro Cernuto) da cui è nato il lavoro "Mozart a Sud di Napoli", pubblicato da Radici Music, e ancora il 18 settembre 2013 ha presentato a Oviedo(Asturie) il suo progetto “Magna Mater” sinfonico (orchestrazioni del M° Pietro Pisano) con l’Orchestra Oviedo Filarmonia diretta dal M° Marzio Conti per la Sociedad Ovetense de Festejo, che ha poi portato in Cina al Festival Internazionale di Guanzhou nel novembre 2013.
Ha fondato con Stefano Saletti e Pejman Tadayon il trio Cafe Loti, progetto sulla musica nei caffè del Mediterraneo (La notte del caffè) chiudendo la stagione estiva dell'Auditorium Parco della Musica di Roma il 2 agosto 2014 con il tutto esaurito.

P’o riest’…Speramm’a Maronna!

Info: +39335412007
Website: www.nandocitarella.it
E-mail address: info@nandocitarella.it