Yahoo! Notizie

Mercoledì 22 Agosto 2001, 12:02


La vacanza? La voglio alternativa

MILANO (Reuters) - C'è chi l'estate, dopo un anno di lavoro, famiglia, tasse e quant'altro, non si accontenta della solita vacanza sotto l'ombrellone o in montagna a prendere il fresco e cerca di uscire dalla routine organizzando qualcosa d'insolito.

Qualcuno abbandona i percorsi più tradizionali e cerca per le ferie estive un'idea alternativa. Le proposte, del resto, sono tante e interessanti. Si va dall'ecoturismo alla vacanza abbinata a un corso di ceramica al soggiorno sulla Riviera adriatica per imparare come si prepara la piadina. E non solo.

UNA VACANZA "ETNICA"

C'è la possibilità, per esempio, di una vacanza "etnica". Come quella proposta dall'Accademia Interamnense di Roma che da qualche anno propone ogni estate "Etnie", uno stage di tradizioni popolari aperto ai curiosi di tutte le età.

Milena Giannoni è responsabile dell'organizzazione di "Etnie": "Ogni anno scegliamo un villaggio turistico diverso e nell'ultima settimana di agosto proponiamo al pubblico un pacchetto che prevede, accanto alla solita vacanza, una serie di corsi che occupano due ore al giorno e prevedono vari livelli di preparazione".

Danza del ventre, percussioni brasiliane, canto popolare italiano, flamenco e danze spagnole... Ce n'è davvero per tutti i gusti.

A iscriversi sono intere famiglie, visto che chiunque può trovare un corso divertente da seguire. E i più piccoli? Nessun problema: se hanno tra i 4 e i 10 anni saranno impegnati con le danze africane per bambini.

"La gente reagisce benissimo alla nostra iniziativa: per una settimana può dedicarsi alle cose per cui durante l'anno non trova il tempo", spiega Milena Giannoni. "Le richieste aumentano di anno in anno: per l'edizione 2001, che si terrà a Marina di Camerota nel Salernitano, abbiamo già da tempo il tutto esaurito. E capita spesso che i nostri clienti tornino anche l'anno seguente".

(Antonella Cinelli)